Articolo di del mag 8, 2017 in Business, Career Coaching, Health Coaching, Life Coach, Mental Coaching, Personal Coaching, Sport Coaching, Wellness Coaching |

Le emozioni positive sono la riposta ad eventi piacevoli che accadano intorno a noi.

Barbara Fredrickson, psicologa americana, classifica le dieci emozioni positive più comuni:

Gioia – Gratitudine – Serenità – Interesse – Speranza – Orgoglio – Divertimento -Ispirazione – Stupore – Amore.

Le emozioni nascono come risposte allo stimolo che il nostro sistema nervoso riceve. Il sistema nervoso autonomo è quello che regola tutte le attività dei nostri organi che non sono comandate direttamente dalla nostra volontà. Questo sistema è diviso in due componenti, che provocano negli organi effetti opposti:

il sistema simpatico interviene nelle situazioni di emergenza,

il sistema parasimpatico agisce nei momenti di relax.

Le emozioni positive attivano il sistema nervoso parasimpatico.

Il sistema nervoso parasimpatico ha un impatto rilevante sulla nostra salute e vitalità, è collegato alle funzioni del riposo, della digestione, del sistema immunitario, della salute cardiovascolare.

Lo stimolo delle emozioni positive nel sistema nervoso parasimpatico per lunghi periodi di tempo è associato all’aumento del benessere e maggiori benefici per la salute. Uno stato emotivo positivo aumenta le capacità cognitive, l’apertura emotiva e la vitalità fisica.

Le emozioni negative attivano il sistemo nervoso simpatico, è associato alla  riposta umana allo stress, ad esempio se sentiamo di essere in pericolo fisicamente o qualcosa di importante sta per accadere.

Un’esposizione prolungata alle emozioni negative può essere dannosa per la nostra salute e il benessere. La nostra capacità di vedere che cosa sta accadendo intorno a noi si restringe, le energie si svuotano. Si verifica una chiusura sul piano emotivo, cognitivo e psicologico. Noi spesso abbiamo bisogno delle emozioni negative per sentire la spinta all’azione, per sopravvivere.

Le emozioni positive hanno il ruolo di farci prosperare e progredire.

Il modo per attivare il sistema parasimpatico e vivere emozioni positive è praticare mindfulness, allenarsi ai sentimenti della speranza, compassione, allegria. Quando impariamo ad auto-generare più frequentemente emozioni positive, attraverso la meditazione o il cambiamento di prospettiva della nostra attenzione, ci proiettiamo in una traiettoria di crescita positiva. 

Un’immagine che ci chiarisce il ruolo delle emozioni è questa: le emozioni negative gridano verso di noi, mentre le emozioni positive sono appena piccoli sussurri a volte.

Come sarebbe la nostra vita se questi sussurri ci accompagnassero quotidianamente, ricordandoci che c’è sempre qualcosa di cui essere grati nella nostra giornata?

La pratica quotidiana delle emozioni positive ha un impatto sul buon funzionamento del nostro sistema immunitario, sulla capacità di adottare comportamenti salutari per il benessere fisico e mentale.

Le emozioni positive espandono la nostra consapevolezza, la capacità di riconoscere i nostri talenti e saper far leva sui punti di forza. Le emozioni vanno e vengono, non durano per sempre e quello che resta è il ricordo dell’esperienza vissuta. La sfida è imparare a considerare le emozioni positive una priorità e a viverle anche in una situazione difficile.

Alla fine o all’inizio di ogni giornata pensiamo a tre cose di cui siamo grati.

Esprimere gratitudine per se stessi, per quello che ci circonda o succede nella nostra vita è una pratica che ci permette di riconnettere con le emozioni positive e attivare il sistema nervoso parasimpatico.

 

FMCoach