Articolo di del giu 22, 2017 in Career Coaching, Health Coaching, Life Coach, Mental Coaching, Personal Coaching, Positive Psychology, Wellness Coaching |

Transpersonale significa ‘oltre il personale’, oltre gli aspetti materiali e quotidiani. Roberto Assagioli, fondatore della Psicosintesi, afferma che l’aggettivo transpersonale  sta ad indicare “ciò che comunemente si chiama spirituale. Scientificamente è una parola migliore, è più precisa, e in un certo senso neutra, perché indica ciò che è al di là o al di sopra della personalità ordinaria“.

Un approccio transpersonale ci permette di sviluppare una visione d’insieme, di cogliere il vero senso, il significato profondo della nostra esistenza, la connessione tra mente, corpo, sentimenti e spirito. Il desiderio di entrare in contatto con la dimensione spirituale, i valori della bellezza, verità, bontà, è qualcosa che cresce sempre di più nella nostra società ma che con un senso di pudore è tenuto nascosto. In ognuno di noi esiste un centro spirituale che è il Sè, che include sia una dimensione personale ma va oltre quest’ultima, l’espressione e l’esperienza di questo Sè favorisce la crescita e il benessere.

Ogni giorno possiamo decidere di sperimentare e riconoscere gli elementi transpersonali della vita attraverso semplici esercizi di riflessione.

Prova a riflettere su:

  • Che cosa ti dà gioia?
  • Qual’è il luogo in cui ti senti in connessione e sperimenti bellezza?
  • Quando provi un senso di armonia o benessere?
  • Dove ti senti “a casa”?

Questi pensieri ci spingono oltre la dimensione materialistica della nostra esistenza per permetterci di acquisire consapevolezza della dimensione superiore del senso e del significato dell’esistenza. La visione transpersonale apre lo sguardo su un orizzonte più vasto in cui l’uomo è visto come essere spirituale che nella sua dimensione terrena esprime il suo infinito potenziale e ricerca una connessione superiore con l’universo intero.

Secondo i principi della psicosintesi per raggiungere uno stato di equilibrio emotivo è necessario guardare nel proprio mondo interiore con un certo grado di consapevolezza degli eventi del passato e imparare ad esprimere i sentimenti nascosti nel momento presente. L’obiettivo finale è trovare un allineamento tra il mondo interiore e la vita esterna per esprimere un’identità completa.

Nel processo di coaching avere una visione transpersonale  ti permette di vedere la persona come persona dotata di un grande potenziale, la quale possiede tutte le competenze e le qualità necessarie per affrontare ogni problema. Oppure come “un’anima che ha sfide  e ostacoli da superare nel suo viaggio attraverso il percorso della vita. Questa è un’altra grande opportunità“. Per superare qualsiasi ostacolo ciò che occorre è riconoscere e vincere la battaglia che accade dentro di sé che è la paura del fallimento, una volta eliminata questa paura ogni persona sarà in grado di giocare al suo meglio e continuare ad imparare.

Apprendimento – Divertimento – Successo/Risultati – Senso e valore: sono i quattro elementi che ricerchiamo nel nostro percorso di vita. In una visione transpersonale questi quattro ingredienti sono interconnessi e il loro giusto bilanciamento nella vita di una persona è ciò che gli permetterà alte prestazioni, sviluppare maggiore resilienza e capacità di far fronte alla complessità, maggiore consapevolezza della propria identità, allineamento ai propri valori e una vision chiara per guidare e ispirare gli altri.

Quando pensi alla tua vita quanto senti che ognuno dei quattro elementi è presente?

Se senti che una di queste dimensioni è troppo schiacciata, che cosa è sotto il tuo controllo fare per sentire di avere un giusto equilibrio fra tutte?

 

La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose. Henry Miller

 

FMCoach