Articolo di del giu 15, 2017 in Career Coaching, Health Coaching, Life Coach, Mental Coaching, Personal Coaching, Positive Psychology, Wellness Coaching |

Il selfie è un autoritratto realizzato attraverso una fotocamera digitale compatta, uno smartphone, un tablet o una webcam puntati verso sé stessi o verso uno specchio, e condiviso sui social network“. Wikipedia

Che cosa significa fare un selfie del proprio stato emotivo? Letteralmente è fare una fotografia di sé stessi, di come si sta, sia da un punto di vista emotivo che fisico. Solitamente si scatta una foto per conservare un ricordo, una traccia di un’esperienza vissuta e riportare alla memoria momenti importanti della nostra vita. Ma cosa succede se scattiamo un selfie di noi stessi e poi guardando dall’esterno questa foto proviamo a raccontare chi siamo davvero, quali emozioni proviamo, cosa ci circonda e chi o quali pensieri attraversano la nostra mente.

Questo è lo strumento  dell’autovalutazione. Siamo a abituati a pensare che ci sarà sempre qualcuno che ha maggiore influenza nel giudicarci, prima i nostri genitori, poi gli insegnanti, poi il datore di lavoro e la società con le sue regole e aspettative nei confronti di ognuno di noi. Però quando cresciamo, impariamo che tutti questi sono i giudici esterni che hanno avuto un ruolo temporaneo nella nostra vita. Mentre ci sarà un giudice che ci accompagnerà per tutta la vita, forse è il più severo, a volte spietato, sempre al nostro fianco a ricordarci cosa è giusto o sbagliato.

Questo giudice è il nostro Ego. Nasciamo con lui, a volte è il nostro migliore consigliere, ma altre pretende tanto e ci fa sentire inadeguati se non rispettiamo le attese previste. Ma allora come si fa a costruire un dialogo efficace e una comunicazione positiva con il nostro Ego?

Proviamo ad immaginare di aver scattato un selfie della nostra vita o di un momento particolare della nostra quotidianità. Che cosa vedi? Che cosa sta accadendo nella tua vita? Chi sono le persone che ti circondano e l’ambiente in cui vivi e lavori? Quali emozioni provi? Come senti il tuo corpo?

Prova ad usare un aggettivo e poche parole per descrivere ognuno di questi aspetti della tua vita:

Spirito – Mente – Emotività – Società – Ambiente – Corpo – Stile di vita.

Adesso che rileggi le parole scritte, che cosa noti? Ci sono più aggettivi positivi o negativi che descrivono il tuo mondo?

Un primo passo per allenarsi ad essere giudici più benevoli con se stessi è focalizzare l’attenzione sulle parole positive che abbiamo utilizzato per descriverci. E se in questo primo selfie l’immagine che vediamo non è quella perfetta o migliore, quindi ciò che notiamo principalmente sono i difetti, la prossima volta che decideremo di scattarci una foto, prima di scattare, prendiamoci qualche secondo per riflettere, respirare e pensare di voler mostrare la parte migliore di sé.

Forse scatteremo mille foto e non uscirà subito la foto perfetta, ma ogni foto racconterà di noi, delle emozioni, desideri, ambizioni e sogni e solo il tuo sguardo avrà il potere di rendere ogni foto il più grande capolavoro della tua vita.

 

“La tua visione diventa chiara solo quando guardi dentro il tuo cuore. Chi guarda fuori, sogna. Chi guarda dentro, si sveglia.”  C. G. Jung 

FMCoach